Un’esperienza tragicomica a Cropani Marina

Pubblicato: agosto 25, 2016 in Blog
Tag:, , ,
Un_esperienza_tragicomica_a_Cropani_Marina

Un’esperienza tragicomica a Cropani Marina

In genere non scrivo recensioni, ma qui abbiamo toccato livelli di tragicomicità tali che farei un torto alla storia se non ne scrivessi una.

Io e mio padre entriamo in questo ristorante sul lungomare di Cropani Marina, che bisogna premettere, ogni anno cambia gestione. Ci danno un tavolo nella veranda in legno del ristorante che poggia sulla spiaggia. La luna piena si riflette sul mare leggermente agitato. Una vista meravigliosa. Il cameriere non si fa attendere e ci chiede cosa ordiniamo. Noi due ci guardiamo un attimo stupiti e gli facciamo notare che non ci è ancora stato dato il menù e se non sappiamo cosa c’è non possiamo scegliere. La risposta è la seguente: “per la pizza abbiamo il menù ma per il ristorante no. Le posso dire io cosa abbiamo” ed inizia ad elencare a raffica piatti di cui a mala pena ricordo il primo che ha nominato. Un po’ titubanti decidiamo di prendere degli spaghetti con cozze e vongole. Ci viene quindi domandato cosa vogliamo per secondo (in tutto ciò ovviamente non avendo nulla di scritto in mano, non potevamo neanche farci un’idea del prezzo) e la curiosità ci porta a chiedere il menù delle pizze (che ne avrà contenute al massimo 15). Dopo averlo portato, invece di lasciarci un minimo di tempo e di spazio per pensare, il cameriere resta li fermo con la penna puntata sul foglio. Dentro me penso: “Allora simpaticone, se il tuo obiettivo è metterci a disagio, lo stai facendo nel modo giusto”. Mio padre, un po’ stizzito chiede 10 minuti per scegliere la pizza. La risposta è: “non c’è problema, ho tutto il tempo” e non si smuove da li (ah beh che fortuna!). A questo punto rinunciamo alle pizze e scegliamo un secondo (dopo un altro elenco a raffica).

Arrivano le linguine di cozze e vongole, che inspiegabilmente contengono anche antenne di gambero e pezzi di calamaro. Il cameriere allora esclama: “Cazzofiga! Ho dimenticato il piattino per i gusci!”. 1) seriamente lo hai detto? 2) seriamente lo hai detto davanti a un cliente?

Ma parliamo del cibo. Io non mi voglio ergere ad esperto culinario ma sicuramente mio padre qualcosa ne capisce essendo un ottimo cuoco. E se anche lui nota che con tutto il brodo che c’era, quella pasta era diventata insapore, direi che la mia constatazione inizia a guadagnare credibilità. Arrivano anche le bevande. Apro la bottiglia dalla quale trabocca acqua (che finisce nella pasta già brodosa di suo). Come poteva una bottiglia sigillata essere piena fino all’orlo? Semplice, l’acqua all’interno era quasi completamente ghiaccio solido. Chiediamo a un dipendente come sia possibile e lui ci ignora proseguendo per la sua strada. Arriva la proprietaria, che ci porta dell’acqua a temperatura ambiente da miscelarla con quella ghiacciata.

Finito il primo dopo piu di mezz’ora di attesa finalmente arriva il secondo. Il nostro cameriere fresco fresco di accademia della crusca ci chiede se abbiamo gradito il primo. Mio padre fa notare i difetti della portata dicendo “vi faccio notare queste cose, se mi posso permettere” . La replica stizzita ed un po’ offesa è:”ceto certo! Vi potete permettere minimamente!” , risposta che mi lascia un attimo confuso ed interdetto. Quando anche la proprietaria chiede un parere sul primo e facciamo notare le stesse cose, ci risponde praticamente che siamo noi ad aver sbagliato non avendo mandato indietro il piatto.

Chiediamo il conto, il quale ci viene portato, come dire… “a voce” e vi assicuro che non era economico. Insomma che dire, nonostante la bellissima vista sono riusciti ad ottenere un risultato pessimo. Ho il leggero presentimento che anche l’anno prossimo vedremo il cambio di gestione ormai tradizionale in questo locale. Sarà per il cibo pessimo? Per i camerieri tragicomici? O per i prezzi elevati? Chi lo sa… Nel frattempo di ristoranti gestiti da gente che non si improvvisa ne restano pochi e sono sempre gli stessi. Peccato solo che un posto con una vista del genere, non riesca più ad essere tra quelli da ormai, troppi anni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...